28/03/2016

36° Festa del Garagolo


Santa Maria del Piano - Montescudo - RN

Cenni storici Festa del Garagolo

 

Le origini della Festa del Garagolo sono riconducibili ad una cerimonia religiosa che si teneva in parrocchia denominata "Quaranta Ore". Questa cerimonia consisteva nell'esposizione del Santissimo Sacramento per la durata di quaranta ore, o continue (giorno e notte) o interrotte (solo giorno); secondo S.Agostino, quaranta erano le ore trascorse da Cristo nel sepolcro.

A SMaria del Piano questa cerimonia veniva svolta, per comodità, solo di giorno e per tre giorni consecutivi, da mattina a sera: la domenica di Pasqua, il lunedì, e il martedì (un tempo era un giorno festivo) .

Durante le "Quaranta Ore", le suore del luogo (Suore della Carità comunemente chiamate Suore di Maria Bambina) organizzavano con le ragazze della scuola di cucito, dei turni di un'ora di adorazione: preparavano due o tre sedie davanti all'altare e, a turno, due ragazze con un velo bianco in testa pregavano.  Con il Concilio Vaticano Secondo, le "Quaranta Ore" vennero abolite e con esse anche il martedì festivo.

In concomitanza con la fine di questa cerimonia, il martedì si svolgeva una piccola fiera con bancarelle e animali. Ad essa partecipavano dei personaggi tipici delle fiere, un tempo chiamati "urloni " che assolvevano il compito dei moderni altoparlanti.

Questi personaggi giravano per il paese urlando l'imminente inizio della fiera nei dintorni, come fossero una radio ambulante.

Un altro personaggio tipico era il veggente che mediante la lettura delle carte o in altri modi consegnava ai clienti un foglio con scritto il loro futuro, una specie di oroscopo chiamato "Pianeta".

Immancabile era anche il giocatore delle tre carte o dei tre bussolotti: il più famoso del luogo era il padre di Alberto Monti di Taverna, soprannominato "Il Rosso" il quale ripeteva la filastrocca "Con l'astuzia e con l'inganno il vostro rosso campa tutto l'anno".

La fiera era arricchita, spesso, da giostre, le vie del paese inoltre si popolavano di persone che venivano dai paesi vicini a piedi o, i più benestanti, a cavallo.

In occasione di questa fiera il ristorante del luogo chiamato "Trattoria Fabbri" conosciuto da tutti come "Da Birelli" lavorava a pieno ritmo. Il ristorante in un primo tempo era gestito da Teresa e Augusto Fabbri, dal 1952 invece la gestione passò ai coniugi Clelia e Virgilio Fabbri detto "Gin", rispettivamente sorella e fratello di Teresa ed Augusto. La famiglia Fabbri, oltre alla trattoria, gestiva il bar (allora chiamato osteria), l'alimentari, il forno, il tabacchi e la macelleria.

La trattoria, in occasione del Martedì di Pasqua e per ricordare la fine delle quaranta ore, ospitava numerosi clienti del luogo e non solo che gustavano il menù speciale preparato da Clelia divenuta famosa per i suoi gustosi piatti. La fama del ristorante crebbe notevolmente.

Nel 1955  il figlio di Clelia, Emilio, d'accordo con la madre decise di aggiungere al classico menù di questo giorno i GARAGOLI, forniti direttamente da alcuni pescatori di Cattolica, amici di famiglia. Fu così che i GARAGOLI divennero uno dei piatti rappresentativi della festa del Martedì di Pasqua.

I GARAGOLI, preparati solamente in quell'occasione ebbero un successo eccezionale e, dai sette chilogrammi cucinati i primi anni, si arrivò agli ottanta chilogrammi negli anni settanta per soddisfare l'incremento della domanda.

Ad oggi si cucinano 400 chilogrammi.

28-03-2016

Programma

STANDS GASTRONOMICI

Dalle ore 12.00 sono in funzione gli stands gastronomici con le tradizionali specialità:

garagoli, tagliolini al sugo di pesce, fritto misto di pesce, spiedini di pesce, patatine fritte, piadine farcite e tanto altro.

 

PESCA DI BENEFICENZA

Alle ore 12.00 e per l’intero pomeriggio Pesca di Beneficenza ricca di favolosi premi e intrattenimenti vari.

 

GROTTA DEI SAPORI 

All’ interno della suggestiva Grotta dei Sapori di Montescudo, che rimarrà aperta per l’intera giornata, esposizione di quadri.

 

SPETTACOLO MUSICALE

Dalle ore 15.00 e per l’intero pomeriggio spettacolo musicale

Con La BUCCI BAND

Motoraduno

MOTOINCONTRO – ESPOSIZIONE S.APOLLINARE

ore 8.00: sono aperte le iscrizioni riservate a moto d’epoca, sidecar, moto attuali e ultramoderne;

ore 11.00: benedizione dei mezzi e partenza per giro turistico.

ore 13.00: rientro per pranzo convenzionato agli stands della festa;

ore 14.30: premiazioni e distribuzione dei gadgets ai partecipanti.

Mostra mercato

MOSTRA-MERCATO

Dalle ore 8.00 e per l’intera giornata lungo la via principale del paese bancarelle di antiquariato, modernariato e artigianato.